Blog: http://Hernan.ilcannocchiale.it

L'avanzata dell'antisemitismo

Sfogliando alcune pagine del settimanale "Panorama", mi salta all'occhio un reportage su un libro appena uscito del giornalista Daniele Scalise, il quale tratta un argomento attuale e veramente inquietante dell'Italia d'oggi: la mentalità antisemita nell'italia odierna. "Panorama" riporta alcuni tranci del libro ("I soliti ebrei", Daniele Scalise - Mondadori, in uscita il 19 aprile) e devo ammettere che, soprattutto fra i giovani, questo odio verso gli ebrei è maggiore; in un'intervista di Valeria Gandus, Daniele Scalise ammette che in Italia è radicato un antisemitismo di matrice cattolica "che ha aperto le porte agli altri tipi, il ghetto l'hanno inventato i cattolici, la stella gialla e le leggi di tipo razziale pure." Poi aggiunge "oltre all'antisemitismo cattolico, c'è quello islamico. A quello fascista si aggiunge quello di sinistra mascherato da avversione per lo stato d'Israele. Parla linguaggi diversi nelle scuole e allo stadio, negli studi professionali e nelle redazioni dei giornali". Tutte affermazioni verissime che nella società italiana odierna non fanno che arricchirsi di odio verso il popolo della stella di David; avarismo, furbizia, sterminatori di palestinesi, queste sono alcune accuse che vengono rivolte contro gli ebrei, i quali, secondo il mio parere, si difendono con la forza mediatica, sfornando nuovi film sull'Olocausto.
Sarà l'alba di nuovi giorni "neri", basati sull'irrazionalità dell'uomo? Siamo veramente affascinati e rapiti dall'odio antisemita?
A voi la risposta...

Pubblicato il 19/4/2005 alle 0.28 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web